A come .. Ametista

Ametista

Pietre Dure – Ametista – Foto @shopheartcave

Pietre dure che passione! Non potevo inaugurare questa “blog-rubrica” con una gemma diversa .. sicuramente una delle mie preferite.

L’ametista appartiene alla famiglia dei quarzi cristallini. Il suo colore è il viola, in tutte le sue sfumature e tonalità, dal lilla delicato al viola intenso e in alcuni casi con dei riflessi rossi o blu: più il colore è intenso e scuro più la gemma acquista valore. 

E’ una pietra molto usata in gioielleria, è disponibile in tantissime forme, tonda, a goccia, a chips, sfaccettata e grazie alla sua naturale lucentezza e meravigliosa colorazione risulta molto versatile nella creazione di monili.

Come la maggior parte delle pietre, anche l’ametista ha una leggenda legata al suo nome ..

… il dio del vino, noto come Dioniso per gli antichi greci e Bacco per gli antichi romani, era il “ragazzaccio” della mitologia. Nonostante la sua missione divina fosse mettere fine alle preoccupazioni, Dioniso combinava spesso una certa quantità di guai, specie dopo qualche litro di buon succo d´uva. Il mito racconta di come una volta Dioniso, come al solito ubriaco, dopo esser stato ignorato da un essere umano di passaggio, giurò di vendicarsi sul primo sventurato che gli fosse venuto incontro. In quel momento passò Ametista, una giovane innocente e bellissima fanciulla, fedele discepola di Artemide, verso cui Dioniso sguinzagliò due tigri fameliche. Alle grida di Ametista, Dioniso si riempì il calice in attesa di gustarsi lo spettacolo. L´onniveggente Artemide trasformò di colpo Ametista in una statua di Quarzo, pura come la sua virtù. L´incantesimo era servito a sottrarre la fanciulla al pericolo, ma era purtroppo irreversibile e Dioniso, in preda ai rimorsi, versò lacrime di dolore nella sua coppa di vino. Le lacrime si mischiarono al vino nella coppa e Dioniso, barcollante, cadendo rovesciò accidentalmente il vino sulla statua, creando così la gemma purpurea che chiamiamo Ametista (Fonte Web).

L’ametista è considerata la pietra della consapevolezza, una gemma in grado di apportare calma e rafforzare l’autocontrollo. Festeggia il compleanno nel mese di febbraio ed è la pietra dei nati sotto il segno dei pesci.

Alla prossima!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...